home | chi siamo | mappa del sito | links | contatti

I rifiuti organici

Da sempre l’uomo sotterra l’immondizia. Ma cosa accade ai rifiuti quando vengono sotterrati? Facciamo un esperimento.
Abbiamo preso 6 vasi pieni di terra e sotterrato in ogni vaso un materiale diverso: una posata di plastica, un pezzo di polistirolo, uno specchietto, una pallina di carta stagnola, delle bucce di mandarino, dei pezzi di carta.
Infine abbiamo bagnato i vasi e li abbiamo messi sul terrazzo della scuola.
Dopo una settimana abbiamo dissotterrato i materiali.
La plastica, il vetro, il polistirolo e la stagnola si sono un po’ sporcate, ma sono sempre le stesse. La carta è molliccia e ridotta a pezzettini piccolissimi, le bucce sono marcite e sono color terra.
La causa della trasformazione di carta e bucce sono i decompositori.
La materia che si disgrega per l’azione dei decompositori viene detta BIODEGRADABILE. I decompositori non si nutrono però dei materiali prodotti dall’uomo, come il polistirolo, il vetro, la plastica, che quindi non si trasformano e rimangono nel terreno.

A caccia di decompositori
Raccogliamo un po’ di foglie secche. Mettiamo della carta assorbente umida in un barattolo di vetro e lo avvolgiamo con del cartoncino nero. Infiliamo un imbuto nel barattolo e lo riempiamo di foglie secche. Puntiamo una lampada accesa sul barattolo e la lasciamo così per tutta la mattina.

La luce asciuga le foglie e i minuscoli animali che si trovano lì cercano di allontanarsi dal calore della luce. Alcuni di loro, se abbiamo fortuna, cadranno nel barattolo e potremo osservarli.

Nel pomeriggio togliamo la carta nera e rovesciamo il barattolo, in modo da far cadere nel tappo ciò che abbiamo “catturato”.

Osserviamo gli animali caduti nel barattolo con una lente d’ingrandimento: c’è una lumachina biancastra e piccolissima; una specie di forcella mezza morta, che deve avere delle ventose perché rimane aggrappata al fondo del tappo; tre insetti piccolissimi che non riusciamo a vedere bene perché saltano da tutte le parti; quattro insetti con tantissime zampe e antenne molto lunghe.
I decompositori sono gli organismi responsabili della trasformazione delle sostanze organiche in sali minerali. Oltre agli insetti ci sono anche i funghi e i batteri, che però si possono vedere solo con il microscopio.
 
© Via Conforti - Tutti i diritti riservati